Audio Analogue Rossini Rev.2.0

500,00 

Lettore Cd a valvole

Telecomando

In eccellenti  condizioni

Scatola e manuale

Categoria: Tag:
Share

Descrizione

Il Rossini CD Player REV2.0 ha lo stesso aspetto della revisione precedente, all’interno è completamente diverso.

Con REV2.0 abbiamo creato un’unità in cui le tecnologie dei tubi a vuoto e le migliori tecnologie digitali sono state perfettamente miscelate insieme. I circuiti da noi utilizzati sono il risultato di un lungo periodo di ricerca, soprattutto per l’originale stadio d’uscita a valvole che è il punto di forza di questo lettore CD. I risultati che abbiamo ottenuto sono stati addirittura superiori a quelli a cui miravamo inizialmente. In particolare dalle sessioni di ascolto è emerso che il Rossini CD Player REV2.0 ha un suono “diverso” ed “originale” rispetto ad altri CD Player.

1 – Ingresso digitale

Il segnale S/PDIF viene prelevato dal meccanismo Cd. Abbiamo utilizzato un meccanismo CD ROM sviluppato specificatamente per l’applicazione audio (abbiamo anche contribuito alla progettazione per la parte di test del firmware e per i test di stabilità meccanica). Infatti la velocità massima è stata ridotta rispetto ai meccanismi standard dei CD ROM, e la procedura di lettura è stata resa più “Jitterless” e robusta. Per evitare qualsiasi interferenza derivante dai ritorni a terra, abbiamo isolato l’uscita del meccanismo CD S/PDIF dalla scheda principale tramite un trasformatore. Il segnale SPDIF viene quindi inviato al PCB di conversione DA.

2 – Sezione Conversione Digitale Analogica

I circuiti che eseguono la conversione da digitale ad analogico sono posizionati su una scheda fisicamente separata dalla scheda principale. Questo per evitare qualsiasi interferenza sui segnali analogici dovuta alle correnti di ritorno delle parti digitali del DAC e del ricetrasmettitore. Sulla scheda sono presenti: il ricetrasmettitore, il DAC e tutta la sua struttura compresi i regolatori di tensione di alimentazione ed i condensatori. La tensione per la “scheda DAC” è ottenuta da un secondario dedicato del trasformatore e da un regolatore di tensione dedicato. La tensione regolata viene quindi filtrata da un filtro RC. Quindi quella tensione viene utilizzata per produrre le tensioni per il ricetrasmettitore e il DAC da due regolatori di tensione. I componenti della “scheda DAC” sono prevalentemente SMD che riducono la lunghezza delle tracce che trasportano segnali ad alta frequenza per evitare effetti di irradiazione. Dalla “scheda di conversione” la tensione in uscita dal DAC viene inviata alla scheda principale.

3 – Stadio di uscita

Lo stadio di uscita è un circuito originale progettato  da Audio Analogue per enfatizzare le proprietà sonore della valvola e per sfruttare la tecnologia dello stato solido. Si tratta di un’inedita struttura a tre stadi a basso feedback accoppiato in corrente continua, dove la valvola è la prima. La quantità di feedback è stata scelta non solo in base alle misurazioni ma anche in base ai test di ascolto. Ciò che abbiamo cercato di fare è un equilibrio tra la “colorazione” del tubo a vuoto e la “pulizia” del DAC. Il guadagno dello stadio di uscita è tale da avere un’uscita di 1,9 Vrms per una traccia da 0 dBV.

4 – Alimentazione anodica

Lo stadio di uscita utilizzato non è basato su un ingresso differenziale quindi il rumore sull’alimentazione anodica non viene ridotto dal circuito. Ecco perché abbiamo lavorato sull’alimentazione anodica per renderla il più pulita possibile. La tensione per l’alimentazione anodica è ottenuta da un secondario dedicato ad alta tensione e poi regolata con un regolatore di tensione a componenti discreti. L’uscita del regolatore viene poi filtrata da un filtro RC con una costante di tempo molto bassa (inferiore a 1,24).